4 nov 2009

La porta della Carta

L'orgoglioso doge Francesco Foscari non fece costruire solo l'ala di nord-ovest di Palazzo Ducale sulla Piazzetta, ma anche un nuovo ingresso al cortile del palazzo, la porta della Carta, sopra la quale si fece raffigurare in ginocchio dinanzi al Leone di San Marco. Non si sa con certezza quale sia l'origine della denominazione di Porta della Carta. C'è chi sostiene che il nome derivi dall'archivio di Stato, qui forse un tempo ubicato, e chi lo riconduce al fatto che in questo luogo venivano letti giudizi e decreti. Altri ancora lo ricollegano al fatto che qui si dovevano presentare in forma scritta al governo le proprie richieste.Il doge Foscari commissiono' il portale nel 1438, quando era al culmine del suo potere, alla famiglia di scultori veneziani Bon. Grazie alle rigogliose forme del gotico fiorito, la porta dà l'impressione di un lavoro di oreficeria, che doveva essere ancora piu' rafforzata, al suo tempo, dalla colorazione in blu e oro del portale.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...