28 set 2009

Fate tanta....plin plin

A Venezia fare...plin plin è sempre stato un problema. Provate a fermarvi in un bar qualsiasi...noterete che la maggior parte degli avventori chiedono qualcosa da bere, ma il loro unico scopo è quello di guadagnare velocemente la porta del bagno.
Eppure i bagni pubblici esistono e sono pure ben segnalati.
Il fatto è che sono sempre lontanissimi da dove ci si trova nel momento in cui si avverte chiaro lo stimolo. E allora che si fa? C'è chi si arrangia nascondendosi in luoghi poco frequentati e rischiando il linciaggio degli abitanti, chi piu' educato paga la consumazione al bar e in cambio chiede l'uso del bagno, e chi....entra in un bagno pubblico.
E' sottinteso che chi entra lo fa solo ed unicamente perchè il bagno gli è apparso davanti al naso nel momento detto "del non ritorno". Momento in cui o la depositi da qualche parte oppure te la fai addosso. Giurando di non rifarlo piu' in futuro inserisce le monete nel congegno infernale che gli permette di abbassare la sbarra e finalmente entra.
Obolo richiesto: 1 euro e 50 centesimi. Mi trovo nei pressi di Piazza San Marco. Notate il cartello: 1,50 euro, ma se hai la Wc Card paghi solo 0,25 centesimi. Che è la Wc Card? Il bancomat della plin plin?
Naturalmente, come avrete notato leggendo piu' in basso, se siete ultrasessantenni o portatori di handicap non pagate niente.
Ma proviamo a collegarci al sito www.veniceconnected.com che compare stampato sul cartello.
Alla pagina: "Come funziona" ci viene spiegato che con venice>connected è possibile prenotare i mezzi pubblici, l'accesso ai musei, l'accesso al parcheggio comunale e l'utilizzo dei servizi igienici. Fantastico!
Andiamo subito a verificare quali e quanti sono. La mappa ne evidenzia 5! 1 al Tronchetto, 3 nei pressi della stazione ferroviaria e 1 vicino a Piazza San Marco. Le foto qui sotto si riferiscono appunto a quest'ultima meravigliosa struttura. So che in città ci sono altri servizi igienici pubblici gestiti dalla Vesta S.p.A (11 in totale) e situati in vari punti del centro storico.
A mio avviso sempre troppo pochi e soprattutto troppo cari!

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...