15 gen 2009

Fondaco dei Turchi

Situato nel sestiere di S.Croce il palazzo si affaccia sul Canal Grande proprio di fronte al campo di S.Marcuola. E' stato quasi del tutto ricostriuto nel secolo scorso sull'antico modello, con materiali in gran parte ricavati dalla preesistente fabbrica rovinosa. Ci presenta il tipo di facciata della casa veneto-bizantina formatosi tra noi tra il XII e il XIII secolo. Il tipo di costruzione è ispirato ai modelli orientali, ma intimamente connesso con la natura del nostro ambiente e con le necessità pratiche dei veneziani, mercanti e navigatori, a grandi porticati terreni e a loggiati superiori, chiusi entro due corpi minori di fabbrica, a mò di torre, coronata nell'alto dalla tipica merlatura. Fu eretto nella prima metà del XIII secolo a spese di un fuoriuscito di Pesaro, Giacomo Palmieri. Nel 1381 fu acquistato dalla Repubblica per il Marchese di Ferrara, Nicolò V e gli venne attribuito il nome di "casa del Duca di Ferrara". Il lusso del suo allestimento interno era tale che la Signoria spesso chiese il permesso di ospitarvi principi e sovrani. Vi soggiornarono nel 1438 l'imperatore di Costantinopoli e nel 1562 Alfonso d'Este. La proprietà passò quindi agli Aldobrandini, ai Priuli, ai Pesaro e poi venne affittato nel 1621 dalla Repubblica per cederlo come dimora e a fondaco di commercio dei mercanti turchi che lo tennero fino al 1838. Ridotto in condizioni rovinose, fu nel 1858 acquistato dal Comune di Venezia che ne attuò, con non troppo felici criteri, la ricostruzione e dal 1880 ospitò il Museo civico Correr, fino al 1922, quando passò alle Procuratie nuove in Piazza S.Marco. Ora l'edificio accoglie il Museo di Storia Naturale che comprende interessanti collezioni riguardanti specialmente la fauna e la flora lagunare veneta. (Fonte: Giulio Lorenzetti)

Gennaio 2009:
Purtroppo il museo è in fase di restauro e, mi è stato riferito, che lo sarà ancora per tutto il 2009. Le sole sale agibili sono quella che ospita un acquario, nel quale sono stati inseriti alcuni pesci della laguna, e la sala in cui è possibile vedere gli scheletri di un dinosauro e di un gigantesco coccodrillo.
La facciata sulla quale è situata la porta di ingresso.La porta di ingresso.Il magnifico bassorilievo posto nella parte superiore della porta di ingresso.Altri bassorilievi posti sulla stessa facciata.Alcune viste del cortile interno e della fontana.
La splendida vera da pozzo situata al centro del cortile interno.Alcuni bassorilievi visibili sulle pareti della scala al piano terra.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...