14 ott 2008

Il Ghetto

Il Ghetto di Venezia era la zona della città in cui gli ebrei erano obbligati a risiedere durante il periodo della Repubblica Veneta. Il nome deriva dal veneziano "geto" inteso come getto, cioè colata di metallo fuso. In questa zona vi era infatti una fonderia di ferro.Questa sopra è la porta di entrata del ghetto nuovo.Il Campo del Ghetto NuovoUn esempio di sopraelevazione.A Venezia la comunità ebraica crebbe e si organizzò, ma nel 1516 il senato della città decretò che tutti gli ebrei dovessero obbligatoriamente risiedere nel "Ghetto nuovo". Col tempo, malgrado le sopraelevazioni, si rese necessario ricorrere ad ampliamenti e i ghetti divennero tre : Ghetto nuovo, Ghetto vecchio e Ghetto nuovissimo, tutti in aree contigue. Tradizionalmente gli ebrei veneziani esercitavano l'usura, o quella che veniva definita tale, cioè un'attività creditizia che ai cristiani era impedita per motivi religiosi, in quanto si riteneva contrario alla morale lucrare interessi su somme date in pegno. Ai giorni nostri questo complesso è rimasto abbastanza integro anche se gli ebrei veneziani sono ormai poche centinaia. Due sinagoghe sono tuttora aperte al culto e quasi tutti gli altri edifici della comunità svolgono ancora funzioni istituzionali.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...