26 mar 2015

Senza Titolo

DSC 6571 1

Oratorio dei Crociferi

Oratorio Crociferi 01a


Alla metà del XII secolo risale la fondazione di un ospedale tenuto dai frati crociferi che ospitava anche pellegrini e crociati in transito verso la Terrasanta. Trasformato l'ospedale nel corso del '300 in ricovero per donne indigenti, intitolato a Renier Zen, il doge che nel 1268 lasciò ai Crociferi una cospicua eredità. Nel XVI secolo una serie di ristrutturazioni culminò nella decorazione artistica dell'oratorio voluta dai padri Crociferi e dai procuratori di San Marco ed affidata a Jacopo Palma il Giovane che la realizzò tra il 1583 ed il 1592. In otto teleri che occupano tutte le pareti sono narrate, con forte realismo, le vicende legate alla storia dell'ospedale - lascito Zen ed elezione dogale di Pasquale Cicogna - e dei frati Crociferi, nonché momenti della tradizione cristiana a cui costoro erano particolarmente devoti.
Sul soffitto a cassettoni lignei, un coro di angeli musicanti circonda la Vergine Assunta, titolare della chiesaOratorio Crociferi 02Oratorio Crociferi 03Oratorio Crociferi 04Oratorio Crociferi 05Oratorio Crociferi 06Oratorio Crociferi 08Oratorio Crociferi 09Oratorio Crociferi 10Oratorio Crociferi 11Oratorio Crociferi 12

Campo dei Gesuiti - Cannaregio 4905
Apertura solo su prenotazione
Costo del servizio: € 60,00
Prenotazioni via email a info@scalabovolo.org 
o al numero 041 27.19.012 Cartina w

19 mar 2015

Maggie Siner

13tabelbow13x15XL

La mia amica Maggie Siner, lo scorso 14 marzo, mi ha invitato al vernissage della sua nuova mostra.
Vi anticipo alcune immagini delle sue ultime creazioni e vi invito ad andarle vedere alla Galleria d'arte Arkè ( San Samuele, 3211 - San Marco - 30124 Venezia Tel. e Fax: 041 5224372).
La mostra rimarrà aperta fino al 18 aprile 2015 con i seguenti orari: da martedì a sabato ore 10.30-12.30 / 16.00-18.3013tabkncrss14x20XL13tabepink14x20XLa08dancing22x30xxlFacingRight16x17WomanRestVert16x2613table apricots26x30XXLTablegreenplat22x28XLTablebludressPug26x28XLWomanonTable22x24

18 mar 2015

Palazzo Grimani-Camerino di Callisto

Camerino di Callisto 1Come nel camerino di Apollo, anche quello dedicato alla ninfa Callisto e alla storia della sua metamorfosi rinvia al celebre testo ovidiano. Il racconto si snoda attraverso cinque riquadri a fondo oro, a partire dal primo (sulla parete di fronte alle finestre) dove la ninfa addormentata viene amata da Giove, fino all’epilogo (al centro del soffitto), in cui Callisto e il figlio Arcade vengono tramutati in costellazioni. Riscoperta a Roma la tecnica dello stucco antico, studiata sulle rovine classiche, Giovanni da Udine offre in questo soffitto un saggio della sua grande abilità, ricreando animali, nature morte e dodici putti, simboleggianti i mesi dell’anno, accompagnati da quattro segni zodiacali riferibili alle stagioni. Alcuni specchietti tondi incastonati negli stucchi impreziosiscono la composizione e, in accordo con la storia narrata, richiamano le stelle del firmamento.
www.palazzogrimani.org Camerino di Callisto 2

Camerino di Callisto 3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...